Cos’è Slow Food? L’associazione di Carlo Petrini compie 27 anni

Cos’è Slow Food?
Slow Food è un’associazione internazionale no-profit fondata da Carlo Petrini nel 1986 “per promuovere l’interesse legato al cibo come portatore di piacere, cultura, tradizioni, identità, e uno stile di vita, oltre che alimentare, rispettoso dei territori e delle tradizioni locali.”
Il motto dell’associazione è Buono, Pulito e Giusto, tre aggettivi che descrivono le qualità che il cibo deve avere per essere nutrimento dell’anima e dello spirito.

slow food

Il manifesto di Slow Fish 2013 a Genova

Buono, sia per le qualità organolettiche del prodotto stesso, che per il bagaglio culturale e affettivo che un alimento si porta con sé. Pulito, perché l’associazione Slow Food si occupa di alimenti prodotti nel completo rispetto dell’ambiente e Giusto perché la produzione e la distribuzione commerciale del cibo deve rispettare alcuni fondamentali valori di giustizia sociale.

L’associazione Slow Food nasce per garantire e promuovere i prodotti locali contrastando la standardizzazione del gusto e delle culture prodotta dall’industria agroalimentare globale, in cui il cibo viene considerato meramente una merce e non più una risposta al nostro bisogno di nutrimento e una fonte di piacere. Per Slow Food infatti l’impegno per la tutela della biodiversità agroalimentare e culturale ha un ruolo fondamentale per garantire la sopravvivenza del cibo tradizionale, sostenibile e di qualità.

Le finalità di Slow Food sono molteplici, e spaziano in numerosi campi. Slow Food si occupa ad esempio “di educazione alimentare e del gusto dei grandi e dei piccoli per allenare i sensi a riscoprire il gusto dei sapori e per nutrire la mente con il sapere del cibo”.

slow food

Slow Fish 2011 – Laboratori per bambini

Nel campo dell’educazione Slow Food crea percorsi formativi differenziati per educare al gusto, all’alimentazione e alle scienze gastronomiche attraverso strutture come l’Università di Scienze Gastronomiche, che organizza corsi di laurea, seminari, conferenze e laboratori.

Altri obiettivi di Slow Food riguardano “le culture del cibo che rispettano gli ecosistemi, il piacere del cibo e la qualità della vita per gli uomini. Promuovendo un nuovo modello alimentare, rispettoso dell’ambiente, delle tradizioni e delle identità culturali, capace di avvicinare i consumatori al mondo della produzione, creando una rete virtuosa di relazioni internazionali e una maggior condivisione di saperi.”

slow food

Slow Fish 2011 – Mercato del pesce fresco

Per raggiungere questi obiettivi l’associazione ha creato una serie di strutture territoriali. Le Comunità del Cibo, gruppi di persone che producono, trasformano e distribuiscono cibo di qualità in maniera sostenibile, fortemente legate ad un territorio dal punto di vista storico, sociale e culturale. I Presìdi, che sono appunto gruppi a difesa, a presidio di produzioni artigianali, la cui attività mira a riconoscere sui territori prodotti certificati e garantiti secondo i tre punti cardine dell’associazione (Buono, Pulito e Giusto).

In Italia i Presìdi sono 224 e coinvolgono oltre 1.600 piccoli produttori: contadini, pescatori, norcini, pastori, casari, fornai e pasticceri.

In Toscana se ne contano 19, tra questi vi sono alcune tipologie di salumi come la Mortadella di Prato e razze animali come la Mucca Maremmana.

Le prossime iniziative di Slow Food Italia e Slow Food Toscana

Slow Fish 2013: il mare di tutti! 
Dal 9 al 12 maggio al Porto Antico di Genova, un mercato all’aperto, eventi e incontri con pescatori, chef ed esperti

Food, Philosophy and Art – Convergence Pollenzo
Giovedì 4 e venerdì 5 aprile l’Università di Scienze Gastronomiche organizza un convegno internazionale per dibattere, capire e confrontarsi sulla relazione tra cibo e arte e per vedere il cibo e la cucina attraverso le lenti dell’estetica e della filosofia.

Corsi “Master of Food” 

Master of Food Birra
18-23 Aprile ; 2-9 Maggio 2013 Arezzo (AR)

Master of Food Spesa Ortofrutta
14-21 Maggio 2013 Scandicci (FI)

Slow Food Day 2013 – Terza edizione – Sabato 25 maggio 2013
Quest’anno il tema conduttore sarà la lotta allo spreco, in vista del 2014  – Anno europeo contro gli sprechi.

Terra Madre

slow food

Slow Fish 2011 – Osterie del Mare

Federica Russo

Federica Russo

Mi chiamo Federica, vivo a Firenze e sono laureata in Studi Geografici e Antropologici. Da 5 anni collaboro e condivido la mia vita con uno chef. L'amore per le cucine si sposa perfettamente alla mia passione per i viaggi: credo che per conoscere a fondo una cultura, non ci sia cosa migliore che girovagare (spesso senza meta) assaggiando tutto quel che si può!

More Posts

Follow Me:
Flickr

Lascia un commento

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress

Su questo sito usiamo cookie per una migliore esperienza di navigazione. Se continui ad utilizzarlo noi assumiamo che tu ne sia felice. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close